null ARGOS presenta l'azione pilota nel sito Natura 2000 alla conferenza AcquaFarm

ARGOS presenta l'azione pilota nel sito Natura 2000 alla conferenza AcquaFarm

Il 26 maggio a Pordenone

Sin dal 2017 AquaFarm è riconosciuto come uno dei più importanti appuntamenti in Europa, l’unico in Italia, dedicato ai settori dell’acquacoltura, dell’allevamento dei molluschi e all’industria della pesca sostenibile. La fiera è particolarmente importante in quanto riunisce l’intera filiera produttiva e commerciale del settore acquacoltura.

Il palinsesto 2022 di AquaFarm vede in programma un evento interamente dedicato al progetto ARGOS, strutturato in due sessioni lungo l’intera giornata di giovedì 26 maggio 2022: si tratta della Conferenza Scientifica sulla Pesca avente ad oggetto “Stato e Prospettive del settore ittico nel Mare Adriatico”.

Ad aprire i lavori della conferenza, portando i saluti istituzionali, l’Assessore alle risorse agroalimentari, forestali, ittiche e montagna della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Stefano Zannier.

La sessione mattutina, strutturata su interventi inerentiFattori ecologici ed antropici che interferiscono con le attività di pesca” - moderata da Paola Del Negro dell’OGS Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale di Trieste – prevede, tra gli altri, l’intervento della Regione Puglia, rappresentata da Giuseppe Scordella, con la relazione: “Le sfide nella gestione sostenibile della pesca locale e l’azione pilota nel sito Natura 2000 Torre Guaceto Macchia San Giovanni (Puglia, Mare Adriatico)”.

Detta attività si colloca nel più ampio quadro di azioni volte a promuovere la governance innovativa delle risorse ittiche oggetto di pesca professionale lungo la fascia costiera pugliese. Attraverso la sub azione 5 Improvement of fishermen behaviours”, la Regione Puglia si è impegnata ad attuare un’azione pilota volta a identificare modelli efficaci per migliorare la stabilità degli stock ittici, contribuire alla protezione della biodiversità marina e favorire l’incremento della sostenibilità ambientale delle attività di pesca.

Ciò sarà reso possibile grazie alla predisposizione di un piano di co-gestione della pesca per la pianificazione condivisa delle attività in un sito Natura 2000 della fascia costiera pugliese.

L’area pilota individuata è circoscritta al sito Natura 2000 Torre Guaceto e Macchia S. Giovanni, con annessa l’Area Marina Protetta che ricade quasi completamente al suo interno. Per tale area è prevista la definizione di uno strumento di governance e di conoscenza condivisa che veda interagire in maniera coerente e sinergica le istituzioni e i pescatori. Ciò attraverso l’elaborazione di misure tecniche, scientifiche e finanziarie finalizzate a ottimizzare lo sforzo di pesca, limitare le catture (intervenendo sullo spazio e sul calendario di pesca), proteggere l’ecosistema marino e individuare adeguate misure di compensazione.

Prenderanno parte all’evento, oltre ai referenti degli enti coinvolti nel partenariato di progetto, scienziati e addetti ai lavori, stakeholders, operatori della pesca e dell’acquacoltura, giornalisti italiani e croati.

La conferenza intende essere un importante momento di dialogo e confronto tra i soggetti coinvolti sia a livello istituzionale che come operatori del settore; nello specifico, essa si prefigge l’obiettivo di incentivare la progettazione partecipata attraverso l’apertura di un interessante e poliedrico confronto, da cui discenderà la valutazione delle principali acquisizioni scientifiche sull’argomento in rapporto all’effettiva applicabilità nella pratica di pesca quotidiana, con un’attenzione particolare dedicata alla difesa del mare attraverso la pesca sostenibile e a ridotto impatto ambientale, nel rispetto degli ecosistemi marini e delle specie ittiche.

In allegato l'Agenda dll'evento.

Pubblicato il 23 maggio 2022