null ARGOS, prima riunione della rete degli operatori della pesca e dell'acquacoltura

ARGOS, prima riunione della rete degli operatori della pesca e dell'acquacoltura

Martedì 25 gennaio dalle 9.30

Si svolgerà alle ore 9.30 di martedì 25 gennaio 2022, su piattaforma telematica, il primo incontro del “Network for the training and education of operators towards environmental sustainability”, attività prevista nell’ambito del WP4 del Progetto INTERREG Italia Croazia 2014-2020 ARGOS - Shared Governance of Sustainable Fisheries and Aquaculture Activities as Leverage to Protect Marine Resources in the Adriatic Sea.

Il progetto che coinvolge 16 partner pubblici transfrontalieri, con capofila la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ha l’obiettivo di promuovere un approccio proattivo, comune e integrato, per la protezione delle risorse ittiche e marine e il miglioramento delle condizioni di qualità ambientale del mare Adriatico.

Il meeting in programma vuole definire, in collaborazione con le associazioni che hanno aderito al network, le modalità operative per l’attuazione di una capillare campagna di rilevamento dei dati relativi alla pesca e all’acquacoltura che interesserà il territorio regionale.

L’indagine, che rappresenta uno dei pilastri dell’intero progetto, è finalizzata a raccogliere dati locali, significativi e utili ad approfondire la conoscenza in materia e a consentire un più efficace orientamento delle politiche regionali a sostegno del settore. Le attività di indagine, che saranno condotte da tre incaricati, consisteranno nella somministrazione di questionari strutturati rivolti a un campione rappresentativo di operatori, afferenti ai diversi segmenti produttivi individuati tramite apposito Piano di lavoro.

Il Network rappresenterà un’interessante occasione di confronto per l’individuazione condivisa degli operatori da intervistare e potrà costituire, inoltre, il punto di partenza per un’altra delle azioni previste dal progetto ARGOS, in cui si prevede il coinvolgimento diretto di pescatori e allevatori dell’area adriatica che potranno partecipare alle prossime attività di formazione e di scambio di buone pratiche.

Pubblicato il 24 gennaio 2022